(ANSA) – NAPOLI, 30 DIC – Riprodurre in una pizza il menù del

cenone di Capodanno. E’ l’esperimento del giovane pizzaiolo del

“Johnnytakeue” di Aversa, Simone De Gregorio, 22 anni.

Tre le pizze, una per ognuno dei piatti tipici della

mezzanotte più festosa dell’anno.

La pizza con il sauté di vongole e la vellutata di zucchine e

patate, quella con gamberi, lardo di colonnata e champagne e,

per finire, la lenticchie e cotechino.

“La pizza – afferma Simone De Gregorio – non è più tabù per la

tavola delle feste: la sempre crescente attenzione per gli

ingredienti da utilizzare, la cosiddetta svolta gourmet e anche

una ritrovata passione per gli impasti, rendono possibile

sdoganare la pizza  dalla tavola delle feste”.

Simone De Gregorio, 22 anni, della scuola di Aniello

Buonocore, è già noto per aver realizzato la “pizza maritata”

con gli ingredienti della famosa minestra anche in versione

vegetariana.

Soddisfatto il presidente del Consiglio comunale di Giugliano,

Luigi Sequino: “Iniziative solidaristiche contribuiscano,

insieme a quella delle altre realtà presenti in piazza, a

rendere meno triste il Capodanno a quanti si trovano in

condizioni di disagio”.

COM-DM

2016-12-30   16:56