ZCZC6140/SXR

ONA25708_SXR_QBXO

R CRO S44 QBXO

‘Festa a Vico’, chef stellati a ‘Università della Pizza’

Evento domenica prossima in Costiera Sorrentina

   (ANSA) – NAPOLI, 1 GIU – Gennarino Esposito e Antonino

Cannavacciuolo insieme con un ‘esercito’ di chef stellati

arriveranno domenica prossima, 3 giugno, in Costiera Sorrentina,

per partecipare a ‘Festa a Vico’ e per celebrare anche i 50 anni

di una istituzione del territorio: ‘Pizza a Metro-L’Università

della Pizza’. La serata del 3 giugno simbolicamente,

sottolineano i promotori della manifestazione, ha per titolo “I

Professori all’Università”. Un evento, a scopo benefico:

l’intero importo sarà infatti donato ai progetti onlus: Alts,

Associazione per la lotta i tumori al seno; fondazione Pro,

Benessere maschile, Santobono, Noi con voi, Parrocchia SS Ciro e

Giovanni e Istituto comprensivo Costiero.

A spegnere le candeline, insieme con la famiglia Dell’Amura,

ossia gli eredi di Gigino, saranno 50 chef stellati.

   Gli chef, divisi in cinque squadre, “prepareranno piatti per

circa 400 persone che avranno preventivamente acquistato il

ticket da 150 euro che darà diritto anche all’ingresso ad una

seconda serata che si svolgerà in estate e che si inquadra

sempre nei festeggiamenti per il 50esimo del locale”.

   A mezzanotte, per la festa del mezzo secolo di Pizza a Metro,

si apriranno le porte a tutti gli altri chef che hanno

partecipato alla festa nelle strade della città e saranno

sfornati 50 metri di pizza con 50 tipi di condimento diverso. A

fare gli onori di casa sarà il direttore della struttura,

Giovanni Rivieccio, manager del settore wine and food che

affianca la famiglia nella gestione aziendale.

   Una operazione resa possibile dal maestro pizzaiolo Raimondo

Cinque, coordinatore di una ‘brigata’ di 12 persone, e dagli

imprenditori che hanno voluto suggellare la data, come Francesco

Franzese: “E’ la festa di un territorio. Pizza a Metro non è un

locale qualsiasi. E’ la storia della città di Vico ed è la

storia della pizza. Non potevamo mancare a un evento che ricorda

innanzitutto la genialità imprenditoriale di Gigino che non solo

inventò la pizza a metro ma addirittura riuscì a brevettarla il

4 settembre del ’59. Un prodotto capace di mantenere inalterata,

in mezzo secolo di storia, la sua originalità e capacità

distintiva”.(ANSA).

     COM-CER

01-GIU-18 16:13 NNNN