Il 12 maggio esperti a confronto a Città della Scienza

Vivere meglio in casa o in ufficio può anche farci risparmiare. Gli impianti di illuminazione e climatizzazione, che pesano in maniera significativa sulla bolletta energetica, sono infatti sempre più a basso impatto ambientale e recepiscono le direttive della Comunità Europea in merito alla riduzione dei consumi e delle emissioni di CO2, a fronte di un incremento dell’uso di fonti energetiche rinnovabili. A discuterne, giovedì 12 maggio dalle ore 14 a Città della Scienza a Napoli, saranno architetti, ingegneri, periti e tutti gli operatori del settore, nel convegno “Soluzioni per il comfort ecosostenibile”. Obiettivo dell’iniziativa, promossa dall’azienda Majorano Spa, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri, l’Ordine degli Architetti, Collegio dei Periti e l’Aeit di Napoli, il contributo di Comelit, Lg Electronics, Schneider Electric e Zumtobel, il patrocinio del Dipartimento di Ingegneria Industriale, è quello di illustrare le caratteristiche e le potenzialità delle nuove tecnologie, presentando anche le possibili opportunità economiche derivanti dall’applicazione dei più recenti strumenti di incentivazione finanziaria.

Gli edifici – ricordano i promotori del convegno – dovranno ricorrere a soluzioni impiantistiche caratterizzate da elevata efficienza energetica e basso impatto ambientale. Dati gli attuali standard di abitudini e di aspettative dei cittadini, si rende sempre più necessaria la realizzazione di ambienti confortevoli, gradevoli e non pericolosi per la salute. Ciò comporta il sempre maggiore ricorso a sistemi flessibili e personalizzabili”.
In questo scenario, lo sviluppo dell’elettronica di controllo applicata in particolare agli impianti di climatizzazione ed illuminazione, consente non solo di risparmiare energia, ma anche di ottimizzare le funzionalità e monitorare costantemente i sistemi, rilevando in tempo reale malfunzionamenti o assorbimenti impropri di potenza, realizzando condizioni ambientali a misura d’uomo e determinando inoltre consistenti riduzioni nelle spese di gestione e manutenzione.

Il convegno sarà aperto dall’intervento del presidente di Majorano Spa, Angelo Majorano. A seguire, le relazioni di Luigi Vinci presidente Ordine Ingegneri di Napoli, Maurizio Landolfi, coordinatore della Commissione Impianti Ordine Ingegneri di Napoli, Pio Crispino, presidente Ordine Architetti di Napoli, Antonietta Maria Nisi, consigliere dipartimento sostenibilità e smart city dell’Ordine degli Architetti di Napoli, Maurizio Sansone, presidente Collegio dei Periti di Napoli, Adamo Nicola Panzanella, presidente Aeit Napoli. Poi toccherà alle aziende del settore illustrare le varie soluzioni di building e home automation: Maria Rosaria De Marco, per Schneider Electric, Vincenzo Sinagro, Comelit, Leonardo Catanzaro e Davide Ponzi, per Lg Electronics. La presidente di Aidi Campania, Associazione Italiana di Illuminazione, Laura Bellia, parlerà di qualità di illuminazione negli ambienti di lavoro, poi due interventi di esperti polacchi, Urszula Blaseczak e Piotr Pracki.
Di nuovo spazio alle aziende, con le soluzioni illuminotecniche integrate illustrate da Sergio Marzocchella e Augusto Manni di Zumtobel e, in chiusura, l’intervento di Gennaro Allaria, direttore territoriale corporate Bnl sui finanziamenti per l’efficientamento energetico.